Scuola Primaria di Stenico (TN)

Project Info

L’edificio oggetto di analisi è il complesso scolastico sede della Scuola elementare di Stenico, costruito nei primi anni ottanta dall’ ITEA (istituto trentino edilizia abitativa). La struttura nel suo complesso può essere definita come aggregato edilizio, abbastanza articolato sia in elevazione sia in planimetria. In effetti, l’edificio può essere diviso in tre zone: il corpo scuola; il corpo palestra e il corpo di collegamento.

Il corpo scuola, attualmente ospitante le aule, i laboratori, gli uffici e nell’interrato la sede dei vigili del fuoco di Stenico occupa un sedime di circa 480mq. Esso si sviluppava originariamente per un’altezza di 2 piani fuori terra ai quali si aggiunge un piano interrato. A metà degli anni ’90 si è intervenuto sulla struttura realizzando delle murature sulla copertura piana e costruendo un tetto in legno. Il sottotetto è adibito a deposito, la costruzione ha raggiunto un’altezza massima di circa 10,60m fuori terra. Dal punto di vista strutturale il complesso è costituito da una struttura verticale mista in c.a. e muratura, dei solai in latero-cemento ed una copertura in legno. Il corpo palestra, ospita la palestra ad ovest, mentre ad est si trovano la mensa con relativa cucina e gli spogliatoi. Essa si sviluppa per un’altezza di 12,00 m fuori terra. La palestra è costituita da un sistema di pilastri in c.a. sui quali appoggiano le capriate in legno della copertura, mentre la parte degli spogliatoi è a struttura mista c.a. e muratura con solai sia d’interpiano che di copertura in latero-cemento. Il corpo di collegamento presenta un ampio corridoio che conduce dalla scuola alla palestra, e a lato di questo sono presenti la centrale termica ed un deposito. Questa parte del complesso scolastico è costituita da un unico piano fuori terra, con pareti in muratura e solaio di copertura in latero-cemento.

Principali risultati dell’analisi:

Il blocco della scuola, costituito da struttura mista c.a. e muratura, è stato analizzato mediante un’analisi statica non lineare (pushover). Sulla base dei valori ottenuti si osserva come la struttura non risulti mai verificata per le azioni sismiche di progetto in nessuna delle combinazioni descritte. In particolare per gli SLV la capacità dell’edificio risulta maggiore rispetto alla domanda solo in alcune combinazioni relativamente ad una distribuzione proporzionale alle masse, tuttavia non risulta mai sufficiente la capacità relativa allo SLO. Al termine dell’analisi sono proposti degli interventi di consolidamento di miglioramento del comportamento sia statico che sismico con una stima preliminare dei costi di tali intervento.

In maniera analoga il blocco della palestra, costituito da struttura mista c.a. e muratura, è stato analizzato mediante un’analisi statica non lineare (pushover). Sulla base dei valori ottenuti si osserva come la struttura non risulti in grado di sopportare le azioni sismiche di progetto e pertanto al termine dell’analisi sono proposti degli interventi di consolidamento di miglioramento del comportamento sia statico che sismico con una stima preliminare dei costi di tali intervento.

Client:
Comune di Stenico - Via Giuseppe Garibaldi 2, 38070 Stenico (TN)
Date:
March 16, 2015
Location:
Stenico (TN)
Category:
Valutazioni sismiche
WordPress Appliance - Powered by TurnKey Linux